Wednesday, April 13, 2016

Hommage to SALONE AUTO TORINO from an (external) designer.




Come un LEM lunare che si prepari ad un allunaggio su terre lontane. Questa è LUNIA di Ciampaglia progetti. “Un veicolo che si caratterizza per il suo evidente NON-DESIGN” sipega il suo creatore Andrea Ciampaglia.”Abbiamo recuperato tutto quel sentore di nuda lamiera che caratterizza ad esempio il comparto motociclistico,” prosegue Ciampaglia “ favorendo così un imprinting molto tecnico a questo commuter. Un veicolo polivalente e con spiccata vocazione off-road che vuole porsi quale alternativa trendy o giovanile a vetture quali: Fiat 500L e Nissan Quasquai.

Tuesday, March 29, 2016

Masterpiece "Berlinetta"!

Il "pezzo forte" della mia giornata "automobilistica". Ma, andando il più delle volte a piedi 'che il traffico delle metropoli è una triste dimostrazione d'insipienza! Ecco, qui ho rivisto - anche secondo l'indicazione di amici lontani - la berlinetta dell'altro ieri: due "creste" compaiono sul tetto a darne una diversa "chiave di lettura", la finestratura laterale fa corpo unico (idealmente) con il parabrezza. Al frontale ho cambiato fari (che diventano "gemme" tridimensionali ed ho sagomato un cofano piatto con alte creste laterali. Il frontale è ad inclinazione negativa ora. Mi sembra di aver fatto un buon lavoro questa mattina, che ne dite??


Come una motrice di un treno iperveloce: questa è “FUTURA” di Ciampaglia progetti. Studiata per essere l’anti-veicolo per eccellenza questa vettura monovolume con vocazione alle escursioni off-road innova nel trattamento grafico e nei volumi, per questi ultimi il cosiddetto “peso stilistico” è concentrato sull’anteriore.




Wednesday, March 23, 2016

Masterpiece citycar!

Le superfici sfaccettate, l'intersezione di volumi geometrici, le linee rette ed angolari, quasi "taglienti". Questo il mio personale "linguaggio stilistico", amici. Una propensione che è magistralmente denunciata da questo concept che ho fatto ieri notte e che vi posto ora, soddisfatto del suo esito. Si tratta di un percorso stilistico che ho intrapreso da tempo e di cui mi pregio essere autorevole esponente. Grazie per la Vostra pazienza! (di auto in effetti ce ne sono già troppe sulle stade e....vederle anche sul proprio Pc capisco che è un po troppo!) Ma qui si fa ricerca stilistica avanzata! 




Innovare nel campo delle minime senza stravolgere troppo gli stilemi correnti in uso oggi: frontale inclinato e con una grande e profonda “bocca” grigliata con fari che riprendono il design dei particolari solchi da cui si dipanano in fiancata i diversi elementi architettonici della linea di questa vetturetta. Auto che sfoggia una linea “destrutturata” come la definisco io che ne sono il suo creatore Andrea Ciampaglia Progettista Automobili. Sono i fianchi poi a definire quella particolare architettura che – dal sottoscritto introdotta – qualifica questa serie di mie proposte.

Friday, March 18, 2016

Return to rallyes.

What we show in the preview is a "fun-car" or a small sportivetta that - branded LAUNCHES - wants to revive the glory of sedans that dominated the rallies. But it does now on a smaller scale that is parallel to the only model in the range for the house of Chivasso; the small Ypsilon, from which it takes the platform but profoundly changed now, indeed here distorted to accommodate a rear engine and the four-wheel drive. From a stylistic point of view this hypothesis encloses most of the styling cues launched (or replicated) by the Roman Andrea Ciampaglia Designer. "Sharp" surfaces, angular for a new design language that makes the formal rigor its principal amount.


l Designer romano Andrea Ciampaglia Progettista Automobili si cimenta ora con una sfida esaltante: quella di reimmaginare un prodotto-icona dell'industria mondiale dell'automobile: la MINI. E fa ciò svincolandosi deliberatamente dal percorso parallelo intrapreso da BMW, che è la proprietaria del marchio dal 2000. Ciampaglia - facendo fede alla sua indole provocatoria ed anticonformista - si svincola totalmente da quanto fatto, a livello stilistico, a Monaco di Baviera. Egli intraprende una strada diversa, quasi impossibile: dare la impressione di trovarci di fronte ad un prodotto dall'estetica dolce e poco aggressiva pur utilizzando qui tagli decisi sul body-vettura, profondi solchi a definire le fiancate,e l'innesto di una coda - pur appena accennata - a 'mo di Wolseley Hornet ; la variante a 3 volumi degli anni '60. Ciampaglia mantiene l'impronta a terra della MINI originaria, quella del 1959: Possiamo invece dire che la factory di Oxford in Inghilterra si sia attenuta altrettanto efficacemente alla missione di non far inutilmente lievitare gli ingombri di quest'auto, come invece è poi stato, tradendo l'indole del modello??


Ecco a voi un veicolo monovolume appena concepito. O meglio qui si è al primo stadio esplorativo così come il suo ideatore: il Designer romano Andrea Ciampaglia Progettista Automobili, desidera sviluppare con maggior compiutezza questi temi in futuro. L'elemento dominante è il grande parabrezza oversize che - dimensionato qui in maniera non armonica (ma voluta) rispetto ai finestrini laterali - dona a questa proposta un andamento del padiglione che discende verso il basso via via che l'occhio corra verso la coda. Il rigore formale la fa da padrone: le linee sono rette e non indulgono in ghirigori estetici o rigonfiamenti dei fianchi. Il cofano anteriore è liscio e dritto a marcare una "diffidenza" marcata dello stilista per le oramai desuete linee a cuneo. Una superficie sfaccettata caratterizza il cosiddetto "montante A" (quello a sostegno del parabrezza mentre in fiancata le linee ed i solchi geometrici e rigorosi amplificano la percezione di un prodotto fatto per durare nel tempo.

Wednesday, December 9, 2015

To exit from normality ..with geniality.

Based on DODGE Charger SRT Hellcat platform, this car is a clear demonstration of the necessity to innovate. Also following Giolito's MULTIPLA 6 seats of 90's.
FCA/Fiat 500 (small) platform
this stylistic theory all explains about our vehicles: the "negative inclination" of bodypanels and lateral windows.
and then we retun to a beautiful normality!


A possible heir for the ancient AUTOBIANCHI A112 of 70's. A microcar - concurrent MINI - very diffused in Italy during 70/80's.